Archivi tag: ed_Nutrimenti

Le calligrafie del corvo

A partire dalla fine degli anni novanta, presi l’abitudine di ritagliare e conservare alcuni articoli di particolare interesse tratti da quotidiani e riviste che circolavano in casa: approfondimenti storici, recensioni di libri, notizie curiose o stravaganti, casi di cronaca che mi avevano colpito. Ho riempito due bei raccoglitori ad anelli con questi ritagli; ora che da alcuni mesi siamo abbonati alla versione digitale del Corriere della Sera, accanto agli innegabili vantaggi e al comfort che questa scelta ha comportato, c’è da registrare però anche la fine dell’incremento di questa collezione (a meno che non stampi ogni volta gli articoli interessanti e li metta via, ma non ha lo stesso fascino). Ora che ci penso, vuol dire anche che non potrò più inserire all’interno del libro il corrispondente articolo di giornale o rivista che per primo me lo aveva fatto scoprire, che era un buon sistema per tenere traccia delle svariate fonti degli spunti per nuove letture.

Della mia collezione fa parte anche un articoletto ritagliato dal Corriere dell’Umbria dell’8 gennaio 2003 intitolato “Lettere anonime dal proprio coinquilino”: in breve, riferisce di un curioso caso che all’epoca si verificava in un condominio della periferia perugina, in cui a tutte le inquiline donne venivano periodicamente inviate dolci lettere d’amore firmate da un ignoto “ammiratore” che diceva di abitare nello stesso palazzo. La cosa andava avanti da un po’, a quanto si leggeva nell’articolo, rendendo i vari mariti e fidanzati sospettosi l’uno dell’altro. Una notiziola di colore, forse uno scherzo (spero non vi siano stati strascichi più sgradevoli), che poteva trovare spazio solo sulle colonne di un giornale locale: non ne ho mai saputo l’esito, se sia mai stato scoperto l’autore delle lettere, comunque ricordo di aver pensato che un caso simile poteva fornire lo spunto per una gradevole commedia al cinema…

In ogni caso, questo lungo preambolo si giustifica perché è questa piccola storiella che mi è tornata in mente leggendo del saggio Le calligrafie del corvo, di Francette Vigneron, che trattava di un fatto realmente accaduto negli anni venti in un paesino francese, Tulle: anche qui si parlava di numerose lettere anonime spedite regolarmente per anni da un autore misterioso ai suoi concittadini, solo che queste non erano piene di frasi galanti e tenere, ma di minacce e insulti, e rivelavano alcuni segreti inconfessabili delle brave famiglie borghesi del paese. Continua a leggere…

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Saggistica