Archivi tag: ed_Nord

Una stanza piena di gente

Il 27 ottobre 1977, a Columbus (Ohio), il giovane William Stanley Milligan, detto Billy, venne arrestato con l’accusa di aver stuprato e rapinato tre studentesse: egli sosteneva di non aver fatto nulla di male, ma le prove contro di lui (la refurtiva trovata nel suo appartamento, le testimonianze delle vittime) erano schiaccianti. Di lì a poco, però, una novità imprevedibile sconvolse gli esiti di un’indagine che sembrava scontata: dai colloqui con i suoi difensori e con gli psicologi emerse che nella mente di Billy “abitavano”, oltre a quella principale, ben 10 altre diverse personalità (o “persone”, come preferivano essere chiamate), e che quindi fosse possibile che, sebbene fosse sicuramente Milligan l’autore materiale dei reati, non ne fosse pienamente cosciente e consapevole e penalmente responsabile. Il caso suscitò immediatamente la curiosità e l’attenzione dell’opinione pubblica, dei politici, dei media, fin da subito si scatenarono polemiche tra chi si era convinto della fondatezza della diagnosi di un disturbo che era (e rimane) controverso e chi invece rimaneva scettico, sicuro che Milligan fosse soltanto un abilissimo simulatore, e si concluse con la prima assoluzione per infermità mentale in un processo per reati gravi nella storia giudiziaria degli Stati Uniti. La storia del paziente Milligan però non finì qui, anzi, cominciò per lui un lungo, doloroso e accidentato percorso per superare il suo problema: e fu nel corso della terapia che vennero fuori altre 13 personalità “indesiderabili” che fino ad allora erano state tenute ai margini e, finalmente, la somma di tutte le loro caratteristiche ed esperienze, di tutti i loro ricordi, chiamata il Maestro, grazie al quale lo scrittore Daniel Keyes, tramite una serie di interviste, ha potuto scrivere questo libro, uscito nel 1981. Continua a leggere…

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Saggistica