Info

Questo blog è partito nel maggio 2008 (inizialmente sulle piattaforme Splinder e Blogger, da agosto 2011 su WordPress) come “diario personale”, per poi progressivamente limitarsi a registrare le mie letture, con commenti, statistiche e discussioni sui libri. In effetti, alcuni dei post più vecchi, a rileggerli oggi, vien voglia di “disconoscerli”, come a volte fanno gli autori con le opere giovanili: mi sembrano abbastanza lagnosi e poco interessanti, troppo criptici o riferiti a situazioni ormai inattuali. Ho scoperto che limitarsi a scrivere di un argomento che mi appassiona, come i libri, senza sforzarsi a tutti i costi di trovare qualche pensierino del giorno originale, mi diverte di più.

Il principale destinatario di queste note sono soprattutto io stessa: mi sono accorta, infatti, che scrivendo, possibilmente a breve distanza di tempo dall’aver finito il libro, le mie impressioni, riesco molto più facilmente a fissare nella memoria quanto letto.

Poiché però non mi limito a tenere un diario privato ma le sto pubblicando sul web, ovviamente queste osservazioni devono avere anche un altro scopo: non ho la pretesa di fare la critica letteraria, non ne ho la preparazione né l’interesse. Una “stroncatura” che trovate qui vale quel che vale, come la testimonianza che un certo libro non mi è piaciuto, per i motivi che cerco di argomentare. Eventuali autori che passassero di qui non dovrebbero, possibilmente, offendersi: anche se a volte i toni possono divenire veementi (un lettore deluso nelle sue aspettative può diventare feroce!), si rimane, spero, nei termini della critica civile.
Allo stesso modo, elogi sperticati non vanno presi per oro colato; insomma, in due parole, questo è un blog di una lettrice non “professionale”, con tutti i pregi e i limiti che ciò comporta.

Dicevo però dello scopo che mi prefiggo e indirettamente degli altri lettori potenziali cui mi rivolgo, oltre che a me stessa: i link ai post vengono anche inseriti nei siti di “social reading” di cui faccio parte (LibraryThing, aNobii, Goodreads) e questi sono quindi principalmente rivolti ad altri lettori, che amano discutere della loro passione o anche farsi guidare nella scelta di un libro da chi, suppongono, abbia gusti simili ai loro (spessissimo ho letto, oppure al contrario evitato, libri grazie al passaparola o alle recensioni altrui).

Per questo sono graditi commenti e pareri (ma anche suggerimenti e segnalazioni: la mia lista di libri da leggere è già chilometrica, ma è sempre aperta a nuove aggiunte!).

L’autrice

Mi sembra di scarso interesse per voi starvi a dire nel dettaglio chi sono io, che faccio, cosa mi piace o non mi piace. Forse, anzi, ho già rivelato fin troppo nei post più “antichi”, alcuni dei quali ho preferito rendere “privati”. Mi limito quindi a segnalare le mie altre “incarnazioni” sul web, sempre riferite al mondo dei libri e della lettura:

Profilo su Goodreads (pagina visibile solo agli utenti registrati)

Profilo su LibraryThing

Profilo su aNobii

10 risposte a “Info

  1. ilcoyotegiallo

    Bell’idea, tornerò sicuramente. Un saluto.

  2. ciao, non ho potuto scrivere sotto al post di riferimento, quindi scrivo qui. Hai recensito Cane Rabbioso incensando l’autore. Ok, ci può stare. Se non fosse la copia di un romanzo di Irvine Welsh “Il lercio”. Quindi onore a Petrella per l’ottima “traduzione” in italiano.🙂

    • Ciao, ti rispondo qui, ma mi sembra si possa commentare il post “Cane rabbioso”? Boh, non so come mai non ci sei riuscito.
      Lessi “Il lercio” di Welsh, ma nel 1997 o giù di lì, quindi me lo ricordo pochissimo: sì, anche lì poliziotto corrotto e in realtà dedito a traffici sporchi, con tanto di verme solitario e passione per il travestitismo (ricordo bene?), ma non mi sembra che “Cane rabbioso” lo copiasse pedissequamente.

  3. no infatti. Non lo copia pedissequamente, per questo Petrella è stato elogiato per la scrittura secca come welsh. Per le frasi brevi come Welsh. Per l’idea di un poliziotto corrotto che scava dento di sé. Se non sbaglio l’ambientazione è italiana, il che fa del romano di Petrella una pietra miliare. Domani mi prendo Belli e dannati. LO ambiento a Roma. Copio la scrittura di Fitzgerald. Copio i due personaggi principali e la storia così sarò elogiato anche io. Come autore originale🙂 Siamo in Italia, Paese di geni

  4. Seunanottedinvernounlettore

    Ho spiato il tuo profilo su aNobii. Dopo aver visto tutte quelle recensioni di libri in comune mi aspettavo una compatibilità alta, e invece è circa dell’8%…

  5. Ciao, recensisci anche libri di esordienti?

  6. lorenzo

    Scusa, ma tu che lavoro fai? Le tue letture mi sembrano un po’ simili al tu avatar: banali.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...