Somebody Killed His Editor

This review is in Italian: if you wish to read an (automatic and, therefore, maybe poor) English translation of it, follow this link: Google Translate. Highlight the text to view hidden spoilers.

Un’altra copertina con tizi seminudi e bisognerà chiudere il blog ai minori.

Leggevo poco convinta l’esordio di Meridiano di sangue di Cormac McCarthy ma pensavo con molta più curiosità a questa nuova serie giallo-rosa “comica” di Josh Lanyon (l’autore dei romanzi di Adrien English), e allora mi sono detta di seguire l’istinto: prima di calarci nella tragica epicità di McCarthy divertiamoci ancora un po’ con questi libri d’intrattenimento, ma scritti bene e godibili.

Christopher Holmes è un prolifico scrittore quarantenne, autore di una serie di gialli vecchia maniera con protagonista una vecchietta investigatrice modellata sulla celebre Miss Marple; ultimamente il pubblico non sembra più apprezzare come un tempo questo tipo di storie, e la sua popolarità è in forte declino, tanto che Holmes viene caldamente invitato dalla sua agente a farsi venire nuove idee per una serie più in sintonia con i gusti del momento (che, con pungente ironia, dovrebbe essere una specie di improbabile mystery/paranormal romance ambientato nella Londra vittoriana) e a recarsi a un seminario di scrittura in un isolato residence sulle montagne, cui parteciperà anche il potentissimo e temuto editor che può decidere il destino della sua carriera. Holmes però non fa in tempo ad arrivare a destinazione che già spunta il primo cadavere, e un misterioso assassino entra in azione nell’isolamento forzato delle montagne. A complicare ulteriormente le cose c’è il fatto che fra i partecipanti al seminario c’è anche l’ultima persona che il protagonista desiderava incontrare, J.X. Moriarity, ex poliziotto diventato scrittore che ora – con gran disappunto di Holmes – sta avendo grande successo con thrilleracci che lui personalmente disprezza… e che è stato anche, anni prima, suo amante di una notte.

Insomma, tutto un set up piuttosto complicato, per ricreare il classico scenario del gruppo di sospetti costretto a convivere in un ambiente chiuso dal quale nessuno può entrare o uscire… E ormai è sempre più difficile rendere plausibili situazioni come questa: bisogna inventarsi un posto che sia possibile raggiungere da una sola via di accesso, che le condizioni atmosferiche proibitive impediscano di arrivarci via aria, che le linee telefoniche non funzionino e i cellulari di tutti i presenti non abbiano campo, che non ci sia modo di collegarsi a Internet… Davvero tante circostanze sfortunate in contemporanea! Mettiamo però da parte l’aspetto prettamente giallistico del romanzo, o meglio accettiamolo con tutte le forzature e le ingenuità presenti, perché tanto anche stavolta “il cuore” della vicenda risiede nella tensione erotica che subito si riaccende fra i due scrittori “rivali” ed ex amanti.

Paragonata a quella dedicata ad Adrien English e Jake Riordan, dello stesso autore, questa serie è più “leggera”, lo si intuisce fin dai nomi della coppia di protagonisti (Christopher Holmes e J.X. Moriarity fanno chiaramente il verso a Sherlock Holmes e al professor Moriarty, per la serie gli opposti che si attraggono irresistibilmente) e dal titolo scherzoso di questa prima puntata; anche qui la narrazione è in prima persona, è la voce di Christopher, cinico, sarcastico, disincantato, irascibile e “scattoso”, davvero poco disposto a calarsi nei panni dell’eroe, a guidarci attraverso la storia.

La coppia scrittore/detective dilettante+poliziotto già era stata impersonata da Adrien e Jake, e qui si rischia un po’ la ripetitività, anche se, a ben guardare, qualche differenza fra i protagonisti principali c’è: mentre Adrien è agli esordi come scrittore e sta costruendosi un certo successo, Christopher è sul viale del tramonto, i suoi romanzi non convincono più e tanti ora gli consigliano di “reinventarsi” tentando generi più di moda, e scrittori “rivali” come lo stesso J.X. fanno il pieno di vendite con thriller ad alto contenuto di violenza e sparatorie. La sua voce è carica di un sarcasmo tagliente che era sconosciuto ad Adrien, e anche la sua personalità è più “ispida”. Di nuovo, è gradevole questo sguardo ironico al mondo letterario e alla “giungla” iper-competitiva del mercato dei bestseller, stavolta non dalla prospettiva di un esordiente, ma di un autore affermato e preoccupato più del successo commerciale che della qualità della sua prosa.

Ma, per il resto, il risultato è un po’ scialbo… Sarebbe potuto essere più interessante se davvero il protagonista fosse stato dipinto con più convinzione come narciso, meschino, egoista ed esclusivamente concentrato su se stesso, reso diffidente verso gli altri e affettivamente immaturo dalle infelici esperienze vissute con l’ex compagno e incapace sulle prime di riconoscere la sincerità dei sentimenti di J.X. e come questi potesse diventare un capitolo importante della sua vita… insomma in modo apertamente sgradevole e rendendo assai difficile per il lettore entrarci in sintonia… Ma, se già al primo romanzo lo vediamo sensibilmente “addolcirsi”, ecco che le promesse di sviluppi “frizzanti” si affievoliscono: ora come ora non sono rimasta con la curiosità bruciante di sapere come proseguirà la storia dei due (paradossalmente mi interesserebbe di più se comparisse in scena l’ex fidanzato fedifrago, piuttosto che il buono e dolce J.X.), e potrei anche rinunciare a leggere il secondo romanzo.

Josh Lanyon, Somebody Killed His Editor, voto = 2/5

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Narrativa, Narrativa nordamericana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...