Fish & Chips

This review is in Italian: if you wish to read an (automatic and, therefore, maybe poor) English translation of it, follow this link: Google Translate

Terzo appuntamento, dopo Cut & Run e Sticks & Stones, con le avventure di Ty & Zane, agenti FBI, colleghi, amanti.

La trama è, come dire… ancora più sciocchina delle puntate precedenti: Ty e Zane vengono inviati in una missione sotto copertura, a bordo di una nave da crociera superlusso, con l’incarico di impersonare una coppia di criminali, felicemente sposata e attiva nel traffico illegale di opere d’arte. Mi sembra improbabile che una missione talmente delicata venga organizzata e comunicata agli agenti interessati a metterla in atto dalla sera alla mattina, con un preavviso minimo e una preparazione a dir poco approssimativa, nonché che la prima preoccupazione dell’FBI sia mandare Ty in un centro estetico a farsi la ceretta perché il tipo che deve impersonare è glabro… ma naturalmente tutto è orchestrato dalle due autrici che, stavolta, in modo abbastanza evidente intendono scrivere più una romantic comedy che un vero e proprio thriller (anche qui ci soccorre TV Tropes): infatti, il filone della trama che riguarda l’indagine non prende mai il sopravvento, sembra appiccicato un po’ così al resto della storia, si risolve in modo piuttosto confuso e sbrigativo, e anche i due protagonisti sembrano dimenticarsene a lungo, impegnati come sono nell’analizzare la paradossale situazione in cui si trovano (devono fingere di essere innamorati, ma fin dove arriva la recita e quando invece le cose diventano serie?) e nelle numerose scene hot (e però, meno insistenza sulla perfezione fisica dei due sarebbe gradita: saremmo capaci di appassionarci alle loro vicende anche se le autrici non ce li descrivessero a ogni pie’ sospinto come miracoli di Madre Natura; ma mi sa che è un cliché inevitabile del genere).

Insomma, in due parole, la risibile premessa serve solo a mettere Ty & Zane su una nave a struggersi pensando a turno “Lo amo? Ma lui sicuramente non mi ama… E però come sarebbe bello se tutto questo fosse realtà!” ecc., tenendosi sempre, come nella migliore tradizione dei romanzi sentimentali, a un passo dal confessare finalmente i propri sentimenti all’altro perciò non arrivando mai a comprendere che, ovviamente, anche un bambino l’ha capito, sono appassionatamente contraccambiati. In realtà, curiosamente, è il “duro” Ty quello ad avere meno dubbi e a convincersi per primo che quello che prova è proprio amore, mentre l’inquieto e autolesionista Zane è perennemente insicuro e intento a sminuirsi.

Come dicevo, è una commedia romantica che non va presa sul serio, con molti meno elementi di drammaticità e intensità emotiva che caratterizzavano le prime puntate, dai toni più leggeri e maliziosi, anche se lo scavo psicologico continua inesorabile, la coppia di protagonisti a tratti sa essere tenera e delicata e irresistibile, e le pagine scorrono veloci (anche se qualche volta viene da alzare gli occhi al cielo per la comicità involontaria di qualche situazione); insomma, ci si diverte senza troppe pretese, perciò stesso giudizio “benevolo” degli altri due libri, però spero che la quarta puntata, Divide & Conquer, sia un po’ meno scioccherella.

P.S. Mi ero leggermente preoccupata, leggendo all’inizio che le autrici ringraziavano alcuni amici per averle aiutate con l’italiano… temevo un nuovo caso Angeli e demoni di Dan Brown (sembra che, nella versione originale, quel romanzo, ambientato in Italia, sia infarcito di battute in un italiano assurdo e inesistente, che Brown non si è minimamente curato di verificare); invece, sembra che Urban & Roux si siano fatte consigliare meglio, poiché le (poche) battute nella nostra lingua sono forse poco realistiche, nella loro assoluta “pulizia” formale, ma quanto meno corrette. Certo, poi nessuno dei personaggi italiani fa una gran figura: o sono simpatici ma un po’ tonti, o sono poco raccomandabili.

Madeleine Urban & Abigail Roux, Fish & Chips, voto = 3/5
Per acquistarlo on line

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Narrativa, Narrativa nordamericana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...