Gli Oscar del 2011 – Nomination

Buon anno a tutti! Come di consueto, ricapitoliamo il mio 2011 per quanto riguarda le letture e assegniamo i premi al “meglio” e al “peggio” dell’anno. Intanto, sono 56 i libri letti quest’anno: ho mancato il mio traguardo di 60 nella mia sfida personale su Goodreads, e non sono neppure riuscita a superare il totale del 2010 (61) e del 2009 (57), mentre peggio avevo fatto nel 2008 (41). La causa di ciò? Facile, Internet, che sottrae tempo alla lettura: a forza di parlare qui di libri, di visitare siti sui libri, di frequentare social network sui libri… finisce che ne leggo di meno!

Intanto, ecco il riepilogo mese per mese: si nota una prima parte dell’anno abbastanza fiacca, per motivi svariati (libri particolarmente indigesti e lunghi da finire, poco tempo per la lettura causa lavoro/viaggi ecc.), mentre la seconda parte dell’anno non deve ingannare, i libri per mese cominciano a essere tanti, ma per “recuperare” ne sceglievo spesso di molto brevi, illustrati, ecc. Insomma, non mi sono granché piaciuta, nel 2011. Mi spiace per i colori che, lo so, sono fastidiosissimi, ma servono per raggruppare rapidamente i titoli nelle categorie Narrativa contemporanea, Saggistica, “Classici” e Varia (l’anno scorso quest’ultima era compresa nella Saggistica e al suo posto c’era Poesia, che ora manca; vi sono inclusi testi molto diversi fra loro, dalle memorie dell’ex PM di Locri Cascini ai fumetti, che però non riuscivo a collocare di preciso in nessuno degli altri generi). Inutile dire che queste classificazioni sono molto arbitrarie.

Gennaio:

Solus ad solam – Gabriele D’Annunzio

La vita – Benvenuto Cellini

L’interpretazione dei sogni – Sigmund Freud

La svastica sul sole – Philip K. Dick

Febbraio:

Il peccato e la paura – Jean Delumeau

Il Milione – Marco Polo

Marzo:

Il mondo nuovo. Ritorno al mondo nuovo – Aldous Huxley

Manzoni – Ferruccio Ulivi

Aprile:

Finzione e santità tra medioevo ed età moderna – Gabriella Zarri (cur.)

Scene di vita quotidiana nell’Italia moderna – Peter Burke

Maggio:

Plotone di esecuzione. I processi della prima guerra mondiale – E. Forcella, A. Monticone

Giugno:

Sotto l’occhio del padre. Società confessionale e istruzione primaria nello Stato di Milano – Angelo Turchini

Luglio:

Scrittura e popolo nella Roma barocca, 1585-1721 – Armando Petrucci (cur.)

L’inquilino del terzo piano – Roland Topor

La signorina Tecla Manzi – Andrea Vitali

La terra del rimorso. Contributo a una storia religiosa del Sud – Ernesto De Martino

La religione dei poveri – Louis Châtellier

Agosto:

La bottega dei delitti – Ruth Rendell

Union Atlantic – Adam Haslett

I Dracula timidi – Giovanni Mariotti

God’s Country – Percival Everett

I fogli del capitano Michel – Claudio Rigon

Arrivederci amore, ciao – Massimo Carlotto

Essendo capace di intendere e di volere – Salvatore De Matteis (cur.)

Il giudice meschino – Mimmo Gangemi

Storia di un giudice – Francesco Cascini

Ameni inganni – Giuseppe Culicchia

The Perry Bible Fellowship Almanack – Nicholas Gurewitch

Settembre:

La Bibbia e il fucile – Joe Bageant

Scritture di guerra 1 – Gianluigi Fait (cur.)

L’eredità immateriale – Giovanni Levi

Alla fine di un giorno noioso – Massimo Carlotto

Toxic – Hallgrímur Helgason

Omicidio a Road Hill House – Kate Summerscale

L’Italia e la donna. La vita di Salvatore Morelli – Emilia Sarogni

Ruggine e ossa – Craig Davidson

Ottobre:

La costa degli schiavi –Thorkild Hansen

Le navi degli schiavi – Thorkild Hansen

Le isole degli schiavi – Thorkild Hansen

Sono l’ultimo a scendere e altre storie credibili – Giulio Mozzi

Una stanza piena di gente – Daniel Keyes

L’albero dei giannizzeri – Jason Goodwin

Storyville Portraits – E.J. Bellocq

Novembre:

Le calligrafie del corvo – Francette Vigneron

Esorcisti, confessori e sessualità femminile nell’Italia della Controriforma– Giovanni Romeo

L’imbroglio del turbante – Serena Vitale

Memorie dalla Torre Blu – Leonora Christina Ulfeldt

Dicembre:

L’abate Roys e il fatto innominabile – Fulvio Tomizza

Burton Holmes Travelogues – Genoa Caldwell (cur.)

I volti del potere – Caterina Caneva (cur.)

Gli occhi di Rubino – Hans Tuzzi

L’amante di Goebbels – Anna Kanakis

Momenti di trascurabile felicità – Francesco Piccolo

Sotto la pelle – Michel Faber

Niente, più niente al mondo – Massimo Carlotto

Le memorie di Jack lo Squartatore – Clanash Farjeon

Due autori si dividono il primato, con tre titoli a testa, e sono Massimo Carlotto e Thorkild Hansen: in effetti di quest’ultimo abbiamo l’intera “Trilogia degli schiavi”, che sarei quasi tentata di considerare un’opera unica. Al solito, il mese con maggior tempo per leggere si conferma agosto, mentre ho battuto la fiacca a maggio e a giugno. La media è di 4,6 libri al mese.

Dei 56 libri, 30 sono di autori italiani (includo anche il toscano Cellini e il veneziano Polo). Il genere più frequentato è stato la saggistica (23), un risultato che non mi aspettavo; seguono la narrativa (20, di questi 10 di autori italiani), la “varia” (8) e i “classici” (5, principalmente libri di memorie e ricordi).

Le categorie dei premi saranno:

– Libro migliore del 2011

– La gradita sorpresa del 2011

– Miglior classico

– Miglior opera di narrativa italiana contemporanea

– Miglior opera di narrativa straniera contemporanea

– Miglior opera di saggistica

– Peggior libro del 2011

Lascia un commento

Archiviato in Libri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...